Fondo Pensione  

Contribuzione

Contribuzione

Contribuzione ordinaria

 % Azienda% Lavoratore
Dirigente prima del 1° settembre 20145%da 0 a 5%
Dirigente a partire dal 1° settembre 20145%2,5% o 5%

Per i dirigenti di prima occupazione successiva al 31.12.95 la cui retribuzione annua lorda risulti superiore al limite previdenziale contributivo fissato per legge per ciascun anno, la contribuzione aziendale è pari al 6% e quella del lavoratore potrà essere ridotto al 3%.(se iscritto al Fondo dopo il 1° settembre 2014) o in misura diversamente definita se iscritto prima del 1° settembre 2014.

La contribuzione sopra indicata va ad aggiungersi al TFR versato al fondo pensione.

Il lavoratore può decidere di iscriversi versando esclusivamente il TFR. Tale modalità è quella che viene ad applicarsi agli iscritti taciti (coloro che nei 6 mesi successivi alla prima assunzione non esprimono alcuna volontà in merito alla destinazione del TFR).


Ulteriori possibilità

Contribuzione volontaria

L’iscritto con un rapporto di lavoro attivo ha facoltà di contribuire volontariamente e direttamente, in aggiunta al versamento effettuato tramite il datore di lavoro. L’importo, il cui ammontare è liberamente determinabile deve essere versato dall’interessato tramite bonifico bancario e confluisce nella posizione individuale. Il Fondo provvede annualmente a certificare l’ammontare della contribuzione volontaria.

Prosecuzione volontaria della contribuzione

In seguito alla perdita dei requisiti di partecipazione , qualora l’associato eserciti il diritto di mantenimento della posizione presso il Fondo, può continuare a contribuire al Fondo fino alla maturazione del diritto alla prestazione complementare. L’associato che abbia maturato almeno 1 anno di contribuzione a forme pensionistiche complementari, può proseguire volontariamente la contribuzione a proprio carico anche oltre il raggiungimento dell’età pensionabile di anzianità prevista dal sistema obbligatorio di appartenenza.

Per maggiori informazioni consultare il documento specifico.

Variazione della contribuzione

L’associato può variare la contribuzione al Fondo scelta al momento dell’adesione in qualsiasi momento. In caso di aumento, la variazione sarà immediata; in caso di diminuzione, questa avrà efficacia a partire dal 1° gennaio dell’anno seguente a quello in cui la stessa è comunicata al fondo.

Contributi non dedotti

La deduzione dei contributi è effettuata, ad esclusione di quelli versati a favore dei familiari fiscalmente a carico, dal datore di lavoro. I contributi eventualmente non dedotti o già tassati al momento del versamento, possono essere comunicati al Fondo entro e non oltre il 31 dicembre dell’anno successivo a quello di riferimento, compilando l’apposito modulo predisposto dal Fondo.