Fondo Pensione  

FAQ

Che cos’è un Fondo Pensione negoziale, chiuso, preesistente come Fipdaf?

È un’associazione senza scopo di lucro che opera esclusivamente per garantire agli iscritti all’atto del pensionamento un trattamento previdenziale aggiuntivo a quello previsto dal sistema di previdenza pubblico.La gestione assicurativa è affidata a gestori professionali (Generali Italia).

Che cosa significa capitalizzazione individuale?

In un Fondo a capitalizzazione la contribuzione affluisce in “conti individuali”. Al termine del periodo di accumulazione l’iscritto riceverà una prestazione la cui entità dipende dai versamenti effettuati e dai relativi rendimenti.

Che cosa è la posizione individuale?

La posizione individuale è il valore corrispondente al totale della contribuzione versata al Fondo (contributi del datore di lavoro, TFR e contributi del lavoratore) e dei rendimenti realizzati, al netto delle spese. Tale ammontare è comunicato ufficialmente a ciascun Associato attraverso la comunicazione periodica ed è verificabile on line mediante accesso all’area riservata del sito.

Che cosa si intende per fondo a contribuzione definita?

Si tratta di un Fondo in cui l’ammontare della contribuzione dovuta a beneficio del lavoratore è certo e prestabilito, mentre l’entità della prestazione finale dipende dai contributi versati e dai risultati della gestione. Il Fipadf è un Fondo pensione a contribuzione definita.

Chi controlla come opera il Fondo Pensione?

Esistono due livelli di controllo sull’operato del Fondo Pensione:

  • Il livello esterno, comune a tutto il sistema di previdenza complementare, fa capo alla Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione (COVIP);
  • Il livello interno, specifico di ciascun Fondo Pensione negoziale, fa capo al Collegio dei Sindaci che vigila costantermente sull’amministrazione e sull’osservanza delle norme da parte del Fondo Pensione.

Che cos’è la COVIP e quali sono le sue attribuzioni?

La COVIP (Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione) è l’autorità pubblica preposta a garantire la trasparenza e la correttezza dei comportamenti dei Fondi Pensione nonché la sana e prudente gestione delle forme pensionistiche complementari, avendo riguardo alla tutela degli iscritti e dei beneficiari e al buon funzionamento del sistema complessivo della previdenza complementare.